Visto su:
CoinWireICOBenchCoinCodex
Scrivi una Recensione
Scrivi una Recensione
Nothing Found
Contiene contenuti promozionali
TradersBest.com / Money Management

Money Management significato: come gestire il capitale

Il mondo del trading forex offre numerose opportunità per tutti coloro che desiderano generare profitti sfruttando i mercati delle valute globali. Tuttavia, spesso si trascurano elementi che potrebbero fare la differenza, tra cui il money management, che ha un significato di vitale importanza per ogni trader. Il termine “money management” significa letteralmente gestione del denaro, e si riferisce alla capacità di un trader nel suddividere il proprio capitale in parti giuste a seconda degli andamenti di mercato.

Scopri di più

In questa nostra breve guida, oltre ad approfondire il significato di money management, vedremo quali sono le strategie di gestione del capitale più gettonate ed efficaci, e vedremo alcuni consigli pratici per applicarle al meglio.

Cosa è il money management: significato

Per capire cosa è il money management nel forex, bisogna sottolineare che si tratta di una serie una serie di pratiche da attuare all’occorrenza, e non di una regola unica. Ogni azione aiuta a mitigare il rischio massimizzando i profitti ottenibili, consentendo ai trader di non perdere tutti i guadagni ottenuti dopo una lunga serie di operazioni.

In sintesi, quindi, il money management è una disciplina che stabilisce quanto denaro investire in ciascuna operazione e come distribuirlo tra diverse operazioni. Di conseguenza, uno dei vantaggi principali delle strategie di money management è la possibilità di avere un maggior controllo sui rischi preservando il proprio capitale.

Per controllare il rischio, ad esempio, una buona strategia è quella di non investire più del 1-2% del proprio capitale complessivo in una singola operazione. In questo modo, anche se l’operazione non dovesse andare a buon fine, si minimizzano le perdite, consentendo al trader di recuperare con altre operazioni.

Una mossa da trader esperti potrebbe essere quella di controbattere la perdita con un’operazione in leva a basso rischio, oppure di diversificare su asset più volatili per cogliere migliori opportunità di mercato.

Strategie di money management

Come abbiamo anticipato, esistono diverse strategie di money management nel forex e in tutti i mercati finanziari. Questo consente ad ogni trader di operare secondo le proprie preferenze e a seconda del proprio profilo di rischio, ottimizzando i profitti e riducendo le perdite.

Vediamo insieme quali sono le strategie più diffuse.

Fixed Ratio Strategy

La Fixed Ratio Strategy consiste nell’allocare una percentuale fissa del proprio capitale ad ogni operazione, in modo da minimizzare l’esposizione e poter ottenere un buon livello di diversificazione.

In generale, i trader con un profilo di rischio basso decidono di operare con massimo il 5% del proprio capitale, mentre altri preferiscono allocare il 10% o 20% dei fondi. Tuttavia, bisogna specificare che le dimensioni delle posizioni possono variare in base alle fluttuazioni del capitale totale.

Se, per esempio, si hanno 1000$ e si alloca il 10% del capitale (100$), il giorno seguente il controvalore totale degli asset potrebbe essere di 950$, che porterebbe all’apertura di posizioni da 95$.

Al contrario, se il capitale cresce, cresceranno anche gli importi dei trader. Per tale motivo, molti optano per la Fixed Fractional Strategy.

Fixed Fractional Strategy

Diversamente dalla Fixed Ratio Strategy, la Fixed Fractional Strategy consiste nell’operare con una quota fissa di denaro. Se abbiamo 1000$ sul nostro broker, quindi, potremmo decidere di aprire posizioni da 100$, ottenendo quindi un totale di 10 operazioni in contemporanea se vogliamo investire l’intero capitale.

In questo modo, si evita di far aumentare o diminuire le posizioni a causa della volatilità di mercato. Chiaramente, se perdiamo capitale sarebbe meglio ridurre gli importi, mentre se otteniamo dei profitti potremmo decidere di cavalcare l’onda ed allocare più fondi per ogni operazione, come vedremo più avanti.

Ciò rende la strategia Fixed Fractional ottima sia per conti piccoli che di grande portata.

2% Rule

Abbiamo già anticipato questa strategia spiegando cosa è il money management. Secondo la 2% Rule si dovrebbe evitare di aprire posizioni più grandi del 2% del proprio capitale totale, in modo da ridurre al minimo il rischio.

Chiaramente, la regola del 2% è spesso applicata da trader professionisti con migliaia di dollari nei propri conti. Ciò consente un maggior controllo sulle varie posizioni e un’esposizione minore, soprattutto in fasi di elevata volatilità.

Martingala e Anti-Martingala

Queste strategie sono considerate più aggressive. Secondo la strategia del Martingala, il trader deve raddoppiare la dimensione della propria posizione dopo ogni perdita, cercando di recuperare i fondi perduti con un trade di grande successo.

Per fare un esempio pratico, se perdiamo 100$ in un’operazione, dovremmo aprire la prossima con 200$ e ottenere un profitto di almeno il 50%, così da recuperare i 100$ persi in precedenza.

L’Anti-Martingala funziona esattamente al contrario: il trader aumenta la dimensione della posizione dopo un trade in profitto per cavalcare il trend e ridurre al minimo le eventuali perdite successive.

Per applicare un tale approccio, bisogna conoscere il funzionamento di stop-loss e take-profit in modo da poterli impostare delineando una strategia ben definita.

Vantaggi del money management

Abbiamo già appurato che il money management è un ottimo metodo per la gestione del proprio capitale, con l’obiettivo primario di non mandare in fumo i profitti ottenuti. Oltre all’ottimizzazione dei profitti, però, bisogna notare che una buona strategia di gestione permette di ottenere vantaggi non da poco, soprattutto per quanto riguarda lo sviluppo di nuove competenze e del mindset.

Con una buona strategia di money management nel forex, infatti, è possibile neutralizzare l’emotività, che spesso gioca brutti scherzi e finisce per far prendere decisioni impulsive in periodi di alta volatilità. Difatti, quando si effettuano più operazioni è facile farsi prendere dall’avidità o dalla paura, commettendo errori di cui ci si potrebbe pentire.

Inoltre, usando app di trading con strumenti di gestione del rischio avanzati è possibile adattarsi a qualsiasi condizione di mercato, che sia questo al ribasso o al rialzo. D’altronde, non si può applicare una regola unica per qualsiasi tipo di movimento, ma bisogna adattare la propria strategia all’occorrenza.

Di conseguenza, possiamo dire che senza una buona gestione del capitale è molto difficile avere successo nel forex, anche nel caso in cui si usano segnali di trading a pagamento o gratuiti.

Come gestire il capitale nei mercati forex

Ogni mercato può richiedere determinate attenzioni non solo a seconda della strategia e del tasso di volatilità, ma anche a seconda della tipologia di asset su cui si sta operando. Nel mercato valutario, in particolare, bisogna analizzare ogni minimo particolare, in quanto si tratta di un settore che può registrare movimenti di prezzo importanti e molto frequenti.

La prima cosa da fare per gestire al meglio il denaro è individuare l’importo delle posizioni e il moltiplicatore della leva finanziaria, uno strumento essenziale quando si effettuano strategie di scalping o operazioni di breve termine. Essendo un tool ad alto rischio, però, bisogna mantenere una leva accettabile onde evitare ingenti perdite.

Dopodiché, andrebbero analizzati i Pips, che rappresentano la più piccola variazione di prezzo nel tasso di cambio. In questo senso, bisogna individuare il numero di Pips a rischio in ogni operazione e stabilire obiettivi graduali settando livelli di Stop-Loss e Take-Profit.

A ciò si aggiunge la diversificazione, di cui si deve tenere conto in modo da non esporsi ad un solo tipo di valuta. L’idea è mescolare valute altamente volatili a valute più stabili, così da ottenere un risultato bilanciato.

Altri elementi utile per gestire i soldi nel forex

Agli elementi visti sopra si aggiungono i seguenti aspetti, che andrebbero tenuti in considerazione per evitare brutte sorprese:

  • orari di trading: dato che il mercato forex è aperto 24 ore su 24 per cinque giorni alla settimana, un utente può fare trading praticamente in qualsiasi momento. Tuttavia, bisogna considerare gli orari di apertura e chiusura, in quanto le prime e le ultime fasi di mercato potrebbero essere decisive a seconda della propria strategia di trading.
  • eventi di mercato: nel mercato forex un semplice annuncio o evento può far crollare o schizzare i prezzi, quindi quando si gestisce il capitale bisogna aggiornarsi su eventuali avvenimenti a livello macroeconomico;
  • Stop-Loss e Take-Profit: come già anticipato, lo Stop Loss e il Take-Profit sono essenziali per una sana esperienza di trading, in quanto mitigano il rischio chiudendo le operazioni al raggiungimento del prezzo desiderato.

Per operare al meglio, inoltre, bisogna optare per un broker forex efficiente e intuitivo.

Quali sono i migliori broker forex?

Non esiste un broker forex migliore in assoluto, in quanto sono presenti numerose piattaforme di brokeraggio che permettono in modo più o meno efficace di operare nei mercati finanziari.

Secondo le recensioni degli utenti, piattaforme come eToro risultano ottime per trader esperti e principianti, in quanto nonostante l’interfaccia molto semplice e intuitiva, sono presenti numerosi strumenti per la gestione del denaro, tra cui la leva, lo Stop-Loss e il Take-Profit.

Inoltre, le commissioni ridotte e strumenti innovativi come il Copy Trading permettono di vivere un’esperienza di utilizzo migliore rispetto ad altre soluzioni. Un broker molto simile è AdmiralMarkets, che integra il software MetaTrader per offrire il massimo dell’efficienza e intuitività.

Altri broker con ottime recensioni sono Plus500, Capex, Skilling e ActivTrades, ognuna con tutte le funzioni utili per un trading di successo e ottimi sistemi di sicurezza per la tutela del proprio denaro.

Come scegliere il broker giusto per una strategia di money management

Come abbiamo appena visto, esistono diversi broker degni di nota per portare a termine le proprie strategie di gestione del denaro, quindi prendere una decisione può risultare un po’ complicato.

Per scegliere in maniera informata, ti consigliamo di rivedere i seguenti elementi:

  • regolamentazione e licenze: la piattaforma deve necessariamente rispettare le leggi in vigore nel tuo Paese di residenza;
  • spread e commissioni di trading: valuta le commissioni da pagare per ogni operazione, in quanto influenzeranno i profitti finali;
  • leva finanziaria massima e minima: individua i valori disponibili per utilizzare al meglio la leva;
  • software e piattaforme integrate: controlla se l’app include software di trading avanzati come MetaTrader;
  • rapidità nell’esecuzione degli ordini: è essenziale che il broker offra la massima rapidità nell’esecuzione degli ordini per operare al miglior prezzo disponibile;
  • deposito minimo e massimo: scegli un broker che abbia depositi minimi accessibili in modo da iniziare gradualmente;
  • strumenti di gestione del rischio: valuta la presenza di indicatori e strumenti che abbiamo visto nella guida in modo da poter avere il pieno controllo dei fondi.
  • recensioni degli utenti: le recensioni sono importanti e possono aiutarti a prendere una decisione finale;
  • possibilità di aprire un conto demo: la presenza di un conto demo è essenziale se non vuoi rischiare sin da subito fondi reali;
  • sezioni di formazione: molti utenti presentano apposite sezioni di formazione per principianti, quindi è bene dare un’occhiata prima di registrarsi.

Chiaramente, è meglio rinunciare a qualche funzione in cambio di una maggiore sicurezza o solidità della piattaforma, che non guastano mai.

Conclusioni

Adesso che conosci alla perfezione il significato di money management e tutti gli approcci più diffusi per gestire i propri fondi nel forex, puoi iniziare scegliendo il broker di trading migliore per le tue necessità e attuare le tue strategie più efficaci.

Ricorda che il trading non è sinonimo di profitto garantito, e che bisogna sempre assumersi al 100% le proprie responsabilità prima di investire. Per ulteriori consigli, leggi le nostre recensioni complete sui broker forex, così da farti un’idea più chiara delle soluzioni in circolazione.

Migliori Siti CFD
ActivTrades
4.9/5
IG
4.9/5
FP-Markets
4.9/5
Skilling
4.9/5
Capital.com
4.8/5
Ricevi le ultime notizie e promozioni via email + il nostro eBook gratuito
Crypto-eBook-EN
Nessuno nasce Professionista del Trading. Iscriviti ora per ricevere il nostro eBook gratuito “Guida al trading di Criptovalute” (in Inglese) e ricevi la newsletter di TradersBest.com con le ultime notizie di trading, offerte e recensioni dei broker!

Con la registrazione, darai il consenso a TradersBest.com ad inviarti periodicamente newsletter con offerte interessanti via e-mail. Questo consenso può essere revocato in qualsiasi momento.
Ricevi le ultime notizie e promozioni via email + il nostro eBook gratuito
Nessuno nasce Professionista del Trading. Iscriviti ora per ricevere il nostro eBook gratuito “Guida al trading di Criptovalute” (in Inglese) e ricevi la newsletter di TradersBest.com con le ultime notizie di trading, offerte e recensioni dei broker!

Con la registrazione, darai il consenso a TradersBest.com ad inviarti periodicamente newsletter con offerte interessanti via e-mail. Questo consenso può essere revocato in qualsiasi momento.
Operare con prodotti finanziari comporta un elevato rischio per il tuo capitale, in particolare quando si tratta di prodotti con leva finanziaria come i CFD. I CFD sono strumenti complessi e presentano un elevato rischio di perdita del capitale proprio a causa della leva finanziaria.
Tra il 74% e l’89% degli account di investitori al dettaglio perde denaro nel trading dei CFD.
È importante valutare se si comprende il funzionamento dei CFD e se si è disposti a correre l’alto rischio di perdere il proprio capitale.
Tutti i contenuti presenti sul sito hanno unicamente scopo educativo. Dato il carattere unico della situazione finanziaria di ciascun utente, i prodotti e i servizi recensiti potrebbero non essere adeguati alle esigenze di tutti i lettori. Non forniamo servizi di consulenza finanziaria, consigli di investimento o intermediazione, né raccomandiamo o consigliamo individualmente l’acquisto o la vendita di particolari azioni o titoli. Le informazioni relative alle performance di asset finanziari possono variare rispetto al momento della loro pubblicazione. Le prestazioni passate di titoli, azioni e criptovalute non sono indicative delle prestazioni future.

Questo sito utilizza Cloudflare e aderisce al Programma di Navigazione Sicura di Google. Abbiamo adattato le Linee Guida sulla Privacy di Google per garantire la massima sicurezza dei tuoi dati in ogni momento.
CloudflareSSL
×
Your Bonus Code:
The bonus offer was already opened in an additional window. If not, you can open it also by clicking the following link:
Vai all'Operatore